Cate casotti

 

 

 

 

Dal 1986, dopo una serie di esperienze teatrali iniziate nell’82, comincia la sua collaborazione col comune
di Reggio Emilia come educatrice per continuare poi nell’ambito del teatro sociale come esperta nei
progetti educativi rivolti ai servizi e alle scuole e che continua a tutt’oggi.
Prime esperienze teatrali con Antonio Fava (clown, commedia dell‘arte, varietà) , Herbet Thomas
(acrobatica e lavoro corporeo), Fratelli di Tagli (Varietà comico), Teatro delle Meraviglie (cabaret) Terra
Vento Fuoco e Teatro (Teatro di Strada con trampoli e mangiafuoco e medievale), Teatro delle Fragola
(prosa) e solista nel repertorio canoro su Edith Piaf e Jacques Brel.
Nel 2000 nasce il gruppo di lavoro “Teatro dei quartieri- Teatro nei quartieri” in progetti di teatro nei
quartieri di periferia partendo dal coinvolgimento diretto dei cittadini in prodotti narrativi e con varie
tecniche teatrali su temi sociali.
Costante lavoro e formazione con: Roberto Mazzini e Massimo Magliola (Teatro dell’Oppresso) Teatro
Nucleo di Ferrara (teatro di ricerca), Gianfranco Zanetti (prosa), Masha Alex (danza terapia), André Stark
(psicomotricità), Valeria Ottolenghi (scrittura teatrale), Living Theatre , Danio Manfredini (lavoro d‘attore),
Gabriella Bartolemei (voce) , Kavin Krowford (voce).
Nel 2006 nasce il Teatro del Guindolo che rende ancora più consapevole del risvolto politico e di denuncia
nel settore della nonviolenza, che può operare il teatro sociale con lo spettacolo sui desaparecido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *